05/11/2015

Bigodini termici: istruzioni per l'uso

Come usare bigodini termici
Risale agli anni Ottanta il lancio dei primi bigodini termici, entrati in breve tempo in molte case grazie alle ultime tecnologie.


Prima di tutto, come per una ricetta semplice ma efficace, gli “ingredienti” per iniziare l'operazione: bigodini termici (of course), pettine e becchi per capelli, pentola di acqua bollente.

  • In primis togliere la reticella in plastica studiata per fissare la ciocca di capelli sul bigodino. Immergete in acqua bollente per cinque minuti.
  • Arrotolate le ciocche sui bigodini termici. Fissate con l'apposita reticella.
  • Le versioni più evolute sono dotate di un contenitore che riscalda a temperatura controllata: quando ha raggiunto il livello giusto, la spia cambia colore ed è giunto il momento per procedere. In genere i bigodini termici sono venduti con delle clip fornite in dotazione: mollette per coprire interamente il bigodino.
  • Siamo giunti al momento topico, la fase più importante del “come usare i bigodini”: la cosa migliore è dividere la massa di capelli in due parti con riga centrale. Separate le ciocche procedendo dal basso, fissandole con becchi per capelli.
  • Lasciate in posa per cinque minuti per ricci morbidi e naturali, dieci minuti per ricci più decisi. Sette/otto minuti per ondulazioni intermedie, a metà strada.

Mossa fondamentale: prima di arrotolare le ciocche su tutta la superficie dei bigodini termici, vi consigliamo di usare uno spray fissante o delle spume resistenti al calore: capelli lucidi, nessun effetto crespo e un mosso naturale.

Nuovo Commento

Per aggiungere un commento è necessario essere utenti registrati. Clicca qui per continuare.

SCEGLI IL TUO STILE!